Presentato a luglio 2020 e accolto a novembre, il progetto Spazi di Ri-Partenza con Regione Lombardia ha consentito una ripartenza reale e fattiva dei servizi di doposcuola, consulenza alle famiglie, formazione per insegnanti e assistenza domiciliare ai minori svantaggiati in questo difficilissimo anno scolastico di convivenza con la pandemia. Dopo il primo lock down della primavera 2020, le istituzioni scolastiche e il mondo delle associazioni che lavorano con i minori sono stati travolti dalle difficoltà emerse a causa della discontinuità educativa legata alla DAD, dei ripetuti momenti di apertura e chiusura delle aule, le problematiche psicologiche e dunque le conseguenze sull’apprendimento legate allo stato di emergenza sanitaria e l’allarme sulla dispersione scolastica (già molto elevata in alcune aree del Paese, e in particolare nelle zone periferiche a composizione sociale, economica ed etnica mista delle grandi città come Milano). Spazi di Ripartenza, che fattivamente è stato avviato a gennaio 2021,ha consentito e sta consentendo di offrire uno spazio extra scolastico, sicuro dal punto di vista dei protocolli di sicurezza anti covid, in cui i minori – seguiti da un team di educatori – possono recuperare le competenze didattiche perse e anche quella socialità che l’uso emergenziale della Didattica a Distanza (DAD) ha oltremodo sacrificato. 

Spazi di Ripartenza si rivolge in particolare alle famiglie della scuola secondaria inferiore Tommaso Grossi, del quartiere Calvairate, un istituto scolastico che presenta un’alta percentuale di studenti figli di famiglie straniere di prima generazione. Il doposcuola copre la domanda di 30 famiglie, a cui si aggiunge il percorso di potenziamento e gioco con la lingua inglese. Inoltre, nel progetto Spazi di Ripartenza, è previsto un percorso di didattica per competenze che si rivolge ai docenti della scuola e che ha l’obiettivo di trasferire agli insegnanti quegli strumenti per insegnare con metodologie attive che hanno lo scopo di prevenire la dispersione e aumentare il coinvolgimento.