Statuto dell’Associazione di Promozione Sociale

“Spazio Ginkgo”

 

Costituzione e scopi

 Art. 1 Denominazione

È costituita un’associazione di promozione sociale “Spazio Ginkgo”.

Art 2 Durata e sede

L’associazione ha durata illimitata nel tempo e potrà essere sciolta solo con delibera dell’assemblea straordinaria dei soci, come previsto dall’art. 26 del presente statuto. L’associazione ha sede in Milano e potrà istituire o sopprimere sedi secondarie, rappresentanze e uffici in altre località in Italia e all’ estero. 

Art. 3 Scopo

L’Associazione è apolitica, non ha scopo di lucro ed è aperta a tutti coloro che intendono praticare l’attività associativa, è caratterizzata dalla democraticità della struttura, dall’elettività e gratuità delle cariche associative.

L’Associazione per il raggiungimento degli scopi associativi può avvalersi della collaborazione di professionisti, lavoratori dipendenti e/o autonomi, potrà erogare compensi e rimborsi conformemente alla legislazione vigente.

In particolare i fini istituzionali dell’associazione sono:

  • favorire l’aggregazione, la cooperazione, il recupero di una socialità territoriale partecipata; creare uno spazio condiviso nell’ambito di un contesto collaborativo e dialogico;
  • favorire lo sviluppo e l’integrazione di esperienze, competenze e risorse in una logica di crescita psico-evolutiva;
  • attività di supporto alla persona, alla famiglia e all’infanzia nei differenti stadi del ciclo di vita;
  • implementare l’offerta di opportunità educative e di aggregazione;
  • realizzazione di iniziative culturali e incontri di formazione;
  • promuovere la mediazione intesa come uno spazio e un tempo in cui la famiglia impara a gestire le conflittualità e sperimenta nuove modalità comunicative “non violente”
  • creare uno spazio di confronto e supporto alla genitorialità.

Per il raggiungimento dei fini istituzionali l’ Associazione potrà svolgere le seguenti attività:

  • Percorsi laboratoriali didattici e ludici rivolti a bambini di differenti fasce d’età, nei quali l’attenzione verrà focalizzata sul processo in atto, le trasformazioni e le modalità espressive;
  • Doposcuola, sostegno scolastico organizzato in piccoli gruppi per favorire la collaborazione e la partecipazione con proposte specifiche per bambini con DSA. Obiettivo è l’acquisizione di un metodo di apprendimento consapevole attraverso un approccio dialogico che stimoli la curiosità individuale e la capacità di auto gestione del tempo e delle risorse, ma contemporaneamente promuova la cooperazione;
  • Laboratori per favorire la scoperta della conoscenza del mondo naturale ed esplorare la cultura nelle sue varie manifestazioni (dalle scienze alla storia, all’arte, alla musica…) ed implementare la capacità di lettura della realtà.
  • Servizi di supporto all’individuo e alla famiglia attraverso quali:
  • mediazione familiare intesa come strumento rivolto alle coppie in fase di separazione, come aiuto nella riorganizzazione delle relazioni familiari e nel raggiungimento dei relativi accordi;
  • mediazione come strumento rivolto all’individuo o a più individui alla ricerca di una nuova modalità di comunicazione all’interno di relazioni conflittuali
  • psicoterapia familiare, individuale e di coppia;
  • counseling;
  • Organizzazione di incontri e seminari per la promozione della cultura della mediazione con momenti di riflessione sulle problematiche che interessano le famiglie allargate o ricostituite dal punto di vista legale, culturale, psicologico;
  • “Coworking sociale” inteso come opportunità per alcune categorie di persone quali mamme in rientro al lavoro, individui in situazioni di precariato lavorativo, etc…. di poter usufruire di uno spazio in cui iniziare o riattivare una progettualità lavorativa.

L’Associazione potrà inoltre svolgere tutte le attività connesse alle precedenti e/o utili al raggiungimento dei fini sociali.

Associati

 Art. 4 Associati

Il numero degli associati è illimitato; all’associazione possono aderire tutti i cittadini e stranieri di ambo i sessi. Fino al compimento del 14 anno di età, il minore è rappresentato nei rapporti sociali dai genitori. Il diritto di voto viene esercitato dal 18 anno di età.

Possono essere associati altresì le persone giuridiche, le associazioni, le istituzioni pubbliche o private interessate alla realizzazione delle finalità dell’ Associazione e che ne condividano lo spirito e gli ideali.

Le persone giuridiche e gli enti di qualsiasi natura agiscono, nei rapporti con l’ Associazione, a mezzo del legale rappresentante.

Tutti gli associati hanno eguali diritti. Il rapporto associativo è disciplinato in maniera uniforme per tutti gli associati e uniformi sono le modalità associative, che sono volte a garantire l’effettività del rapporto associativo medesimo.

L’Associazione è composta dalle segueti categorie di associati:

  • Fondatori che sono le persone intervenute nell’atto costitutivo;
  • Ordinari che sono coloro che sono stati ammessi dal Consiglio Direttivo a seguito di apposita domanda;
  • Sostenitori che sono coloro che non potendo partecipare alla vita attiva dell’ Associazione contribuiscono comunque con proposte, sovvenzioni, donazioni o contributi particolari all’ attività del’ Associazione.

Art. 5 Modalità di ammissione

Per essere ammessi a socio è necessario presentare domanda di ammissione all’Associazione con la osservanza delle seguenti modalità e indicazioni:

1) indicare nome e cognome, luogo e data di nascita, e residenza;

  • dichiarare di attenersi al presente Statuto ed alle deliberazioni degli organi sociali.

E’ compito del legale rappresentante dell’associazione o di altra persona da lui delegata, anche verbalmente, valutare in merito all’accettazione o meno di tale domanda.

L’accettazione, comunicata all’interessato e seguita dall’iscrizione a libro soci, dà diritto immediato a ricevere la tessera sociale, acquisendo quindi la qualifica di “socio”. L’adesione all’associazione è a tempo indeterminato, con esclusione di partecipazioni temporanee alla vita associativa; resta salvo in ogni caso il diritto di recesso da parte del socio.

Nel caso in cui la domanda venga respinta, l’interessato può presentare ricorso, sul quale si pronuncia in via definitiva il Consiglio Direttivo, alla prima convocazione.

Art.6 Incompatibilità degli associati

Qualora si manifestino motivi di incompatibilità del nuovo socio con le finalità statutarie e con i regolamenti dell’ Associazione, entro i 30 giorni successivi all’iscrizione del socio stesso, il Consiglio Direttivo ha la possibilità di revocare tale iscrizione.

In questo caso l’interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncia in via definitiva il Collegio dei Probiviri dell’ Associazione, o in mancanza di questo, l’Assemblea dei soci alla prima convocazione.

Le dimissioni da socio vanno presentate per iscritto al Consiglio Direttivo.

 Art.7 Diritti degli associati

Tutti i soci, regolarmente iscritti ed in regola con il versamento della quota associativa, hanno eguali diritti e cioè di:

  1. frequentare i locali sociali, di servirsi degli impianti e dei servizi gestiti dall’Associazione.
  2. prendere parte alle attività promosse dall’Associazione.
  3. partecipare a qualsiasi manifestazione organizzata dall’Associazione;
  4. intervenire e discutere alle assemblee generali; presentare proposte e/o reclami per scritto al Consiglio Direttivo;
  5. partecipare con il proprio voto alla delibera dell’Assemblea, purché in regola con la qualifica di socio;
  6. di esercitare il diritto di voto per l’elezione del Consiglio Direttivo;
  7. essere delegati ad assumere incarichi sociali se è rispettato il requisito di eleggibilità;
  8. esercitare il diritto di voto per le modifiche e l’approvazione dello Statuto Sociale.

I soci con la domanda di iscrizione, eleggono domicilio per i rapporti sociali presso la sede del circolo.

Art. 8 Doveri degli associati

I soci sono tenuti:

  1. al puntuale pagamento della quota associativa annuale, uguale per tutti i soci, stabilita annualmente dal Consiglio Direttivo;
  2. al puntuale pagamento della quota aggiuntiva per il pagamento di corrispettivi specifici;
  3. alla osservanza dello Statuto, delle disposizioni legislative e regolamentari vigenti, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa sociale attraverso versamenti di quote straordinarie;

Ogni socio deve versare la quota associativa stabilita dal Consiglio Direttivo di anno in anno entro il termine fissato dal Consiglio stesso.

La quota associativa non è rivalutabile, ma variabile e non è trasmissibile neanche in caso di morte, e non verrà rimborsata né al socio dimissionario, né al socio radiato.

Art. 9 Perdita della qualità di Associato

Il socio cessa di far parte dell’associazione:

  1. per dimissioni;
  2. per mancato rinnovo delle quote sociali e di iscrizione nei termini stabiliti dal Consiglio Direttivo;
  3. per inosservanza del presente Statuto, ai regolamenti interni o alle deliberazioni prese dagli organi sociali;
  4. per decisione del Consiglio Direttivo a causa di gravi inadempienze; quando, in qualunque modo, arrechi danni morali o materiali all’associazione o dimostri di non condividere più le finalità dell’associazione;
  5. per radiazione;
  6. per decesso.

Patrimonio sociale

Art. 10 Patrimonio sociale

Il patrimonio sociale è indivisibile ed è costituito:

  1. da beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà dell’associazione;
  2. da contributi, erogazioni, donazioni e lasciti diversi effettuati da soci, da privati o da Enti pubblici o privati;
  3. da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio.

Le entrate dell’associazione, che dovranno essere utilizzate nel rispetto del presente statuto e per il conseguimento dei fini istituzionali dell’ Associazione ,sono costituite:

  1. dalle quote sociali e dai corrispettivi specifici versati dai soci per le attività sociali;
  2. dall’utile derivante dalle attività e manifestazioni eventualmente organizzate o alle quali essa partecipa;
  3. da ogni eventuale entrata che concorra ad incrementare l’attivo sociale;
  4. proventi delle cessioni di beni e servizi, anche attraverso lo svolgimento di attività economiche di natura commerciale svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e comiunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali, come previsto dall’art. 10 c. 5 del D. Lgs 460/97;
  5. ogni altro tipo di entrate, purchè di natura lecita, ma con il divieto di svolgere attività diverse da quelle sopra elencate ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse.

Il patrimonio dell’Associazione, sotto qualsiasi forma deve essere destinato esclusivamente ai fini e per le attività istituzionali previste dallo statuto.

Art. 11 divieto di distribuzione del patrimonio

Le somme versate per la tessera e per le quote sociali non sono rimborsabili in nessun caso.

Analogamente i proventi delle attività, gi utili e avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale non possono essere distribuiti, nenache in modo indiretto, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.

Il divieto non opera per le somme rinvenienti dal ricorso al credito cui l’Associazione potrà dar corso sia nei confronti di terzi che dei propri soci. Il socio che assume la veste di sovventore per le somme che eventualmente darà in prestito all’Associazione non avrà diritto ad alcun corrispettivo ma alla sola restituzione delle somme capitali date a credito.

 Art. 12 Bilancio consuntivo

L’esercizio sociale decorre dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno ad eccezione del primo esercizio di funzionamento che decorrerà dalla data di costituzione fino al 31 dicembre del medesimo anno. Il Consiglio direttivo redige il bilancio consuntivo che deve essere sottoposto all’approvazione dell’Assemblea entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio, deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale ed economica – finanziaria dell’associazione, nel rispetto del principio della trasparenza nei confronti degli associati, con separata indicazione dell’eventuale attività commerciale posta in essere accanto all’attività istituzionale. 

Organi dell’ Associazione

Art. 13 Organi dell’Associazione

Sono organi dell’associazione:

l’Assemblea dei soci;

il Consiglio Direttivo;

il Presidente;

 Art. 14 Assemblea

L’Assemblea dei soci è l’organo sovrano dell’Associazione. Essa è composta da tutti i soci iscritti da almeno tre mesi ed in regola con il pagamento della quota sociale. La partecipazione del socio all’Assemblea è strettamente personale ed ogni socio ha diritto ad un voto; è ammessa la possibilità di delega scritta di un socio ad un altro socio, il quale non può rappresentare più di due soci nell’ambito della stessa assemblea. L’Assemblea ha tutti i poteri per conseguire gli scopi sociali.

Le Assemblee dei Soci possono essere ordinarie e straordinarie.

Le Assemblee sono convocate con avviso affisso all’interno dei locali dell’associazione con almeno 8 giorni di preavviso contenente luogo, data, ora della prima e della seconda convocazione e ordine del giorno dell’Assemblea.

Saranno altresì considerati validi a tutti gli effetti gli avvisi di convocazione effettuati mediante utilizzo di strumenti telematici che contengono tutti gli elementi del comma precedente.

 Art. 15 Assemblea ordinaria

L’Assemblea ordinaria viene convocata almeno una volta all’anno entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale.

Essa:

– approva le linee generali del programma di attività per l’anno sociale;

– elegge il Consiglio Direttivo;

– approva il Bilancio consuntivo;

– delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale che non rientrino nella competenza dell’assemblea straordinaria.

 Art. 16 Assemblea straordinaria

L’assemblea straordinaria è convocata:

– tutte le volte il Consiglio lo reputi necessario;

– allorché ne faccia richiesta motivata almeno 1/3 dei soci.

– allorché ne facciano richiesta i due probiviri nominati ai sensi dello statuto per provvedere all’elezione del terzo probiviro.

L’Assemblea dovrà essere convocata entro 20 giorni dalla data in cui viene richiesta.

Essa delibera sullo scioglimento dell’associazione, sulle modifiche allo statuto, su ogni altro argomento di carattere straordinario sottoposto alla sua approvazione dal Consiglio Direttivo.

Art. 17 Quorum costitutivi e deliberativi

In prima convocazione l’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita con la presenza di metà più uno dei soci.

In seconda convocazione l’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti.

Essa delibera validamente a maggioranza assoluta dei voti dei soci presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno ad eccezione di quanto previsto al successivo art 18 ;

Art. 18 Quorum per specifiche deliberazioni

Per deliberare sullo scioglimento o sulla liquidazione dell’associazione, è indispensabile la presenza di almeno il 50 %, dei soci e il voto favorevole dei 3/5 dei presenti. In seconda convocazione, e che è validamente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti è sufficiente il voto favorevole dei 2/3 dei presenti. 

Art. 19 Modalità di voto

Le votazioni possono avvenire per alzata di mano, per acclamazione o a scrutinio segreto. Le votazioni per le elezioni alle cariche sociali devono avvenire con votazione a scrutinio segreto.

Art. 20 Organi dell’ Assemblea

L’Assemblea, tanto ordinaria che straordinaria, è presieduta dal Presidente dell’Associazione o in sua assenza dal Vicepresidente. Il Presidente dell’Assemblea dirige e regola le discussioni e nomina un Segretario tra i soci intervenuti; ove necessario nomina due scrutatori. Il Presidente ed il Segretario dell’ Assemblea avranno cura di riportare le deliberazioni adottate su apposito libro dei verbali.

 Art. 21 Consiglio direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto da consiglieri, da un minimo di 3 ad un massimo di 5, eletti fra i soci, e dura in carica sino a revoca e/o dimissioni e comunque fino all’assemblea ordinaria che procede al rinnovo delle cariche sociali. Al termine del mandato i consiglieri possono essere riconfermati.

Il Consiglio Direttivo decade prima della fine del mandato:

  1. quando l’assemblea sociale non approvi il Bilancio consuntivo;
  2. quando il totale dei suoi componenti sia ridotto a meno di tre.

Art. 22 Composizione del Consiglio direttivo

Il Consiglio elegge nel suo seno il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario/Tesoriere, e fissa le responsabilità degli altri consiglieri in ordine all’attività svolta dall’ Associazione per il conseguimento dei propri fini sociali.

E riconosciuto al Consiglio il potere di cooptare altri membri fino ad un massimo di un terzo dei suoi componenti. Le funzioni dei membri del Consiglio Direttivo sono completamente gratuite e saranno rimborsate le sole spese inerenti l’espletamento dell’incarico o eventuali compensi per prestazioni lavorative.

Art. 23 Adunanze del Consiglio direttivo

Il Consiglio Direttivo si riunisce ordinariamente ogni 4 mesi e straordinariamente ogni qualvolta lo ritenga necessario la Presidenza o ne facciano richiesta un terzo dei consiglieri; in assenza del Presidente la riunione sarà presieduta dal Vice Presidente. Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide quando vi partecipano la maggioranza dei suoi componenti e le deliberazioni saranno valide a maggioranza semplice. In caso di parità prevale sempre il voto del Presidente.

Art. 24 Poteri e funzioni del Consiglio direttivo

Il Consiglio Direttivo:

– redige i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto sulla base delle linee approvate dall’Assemblea dei Soci;

– cura l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea;

– fissa la misura della quota associativa e degli eventuali contributi associativi   supplementari;

– redige il Bilancio consuntivo;

– compila i progetti per l’impiego del residuo del bilancio da sottoporre all’Assemblea;

– approva tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti alla attività sociale;

– definisce i criteri per la retribuzione delle prestazioni lavorative necessarie al raggiungimento dello socpo sociale rese dai Soci, da lavoratori dipendenti o lavoratori autonomi;

– definisce i criteri per l’eventuale ricorso al credito sia nei confronti di terzi che nei confronti dei soci:

– formula il regolamento interno da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea;

– delibera circa la sospensione e la radiazione dei soci;

– nomina, in caso di necessità, commissioni provvisorie con compiti e poteri particolari;

– favorisce la partecipazione dei soci alle attività dell’ Associazione.

Nell’esercizio delle sue funzioni il Consiglio Direttivo può avvalersi di responsabili di commissioni di lavoro da esso nominati che possono partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo con voto consultivo.

Art. 25 Il Presidente

Il Presidente ha la rappresentanza e la firma sociale e può aprire e gestire conti correnti o altre forme di finanziamento. In caso di assenza o di impedimento del Presidente tutte le di lui mansioni spettano al Vice Presidente.

Disposizioni varie

 Art. 26 Scioglimento

La decisione di scioglimento dell’ Associazione deve essere presa dalla maggioranza di cui all’art. 18.

Art. 27 Destinazione del patrimonio finale

In caso di scioglimento dell’Associazione, l’eventuale patrimonio residuo dovrà essere devoluto ad altra associazione avente analoghe finalità, oppure a fini di utilità sociale, come previsto dalla legge 383/2000.

Art. 28 Disposizioni finali

Tutte le eventuali controversie sociali, anche relative all’interpretazione dello Statuto, tra gli associati, tra questi e l’associazione o i suoi organi, tra gli organi e l’associazione, tra i componenti degli organi dell’associazione sono devolute, con esclusione di qualsiasi altra giurisdizione, alla competenza di tre probiviri da designarsi tra i soci con le seguenti modalità.

Due probiviri saranno nominati rispettivamente da ciascuna parte controvertente; il terzo sarà eletto dall’assemblea straordinaria all’uopo convocata su richiesta dei due probiviri nominati dalle parti entro 30 giorni dalla nomina.

I probiviri decideranno ex bono et aequo senza formalità di procedura. Il loro lodo sarà inappellabile.

Per quanto non previsto dal presente Statuto si rinvia alle norme del Codice Civile in materia di Associazioni.

Se vuoi scaricare il nostro Statuto: 

 

 

Privacy policy

Informativa 

Questa politica sulla privacy è stata compilata per servire meglio coloro che sono interessati a come le loro “Informazioni Personalmente Identificabili” (PII) sono utilizzate online. Le PII, come descritto nella legge sulla privacy  e la sicurezza delle informazioni, sono informazioni che possono essere utilizzate da sole o con altre informazioni per identificare, contattare o individuare una singola persona o per identificare un individuo nel contesto. Si prega di leggere attentamente la nostra politica sulla privacy per ottenere una chiara comprensione di come raccogliamo, usiamo, proteggiamo o altrimenti gestiamo le vostre informazioni di identificazione personale in conformità con il nostro sito web.

Quali informazioni personali raccogliamo dalle persone che visitano il nostro  sito Web ?

Al momento dell’ordine o della registrazione sul nostro sito, a seconda dei casi, potrebbe esserti chiesto di inserire il tuo nome, indirizzo email o altri dettagli per aiutarti con la tua esperienza.

Quando raccogliamo informazioni?

Raccogliamo informazioni da te quando ti registri sul nostro sito, effettui un ordine, iscriviti a una newsletter, rispondi a un sondaggio, compila un modulo o inserisci informazioni sul nostro sito.

Come usiamo le tue informazioni?

Potremmo utilizzare le informazioni che raccogliamo da te quando ti registri, ti iscrivi alla nostra newsletter, rispondi a un sondaggio o a una comunicazione di marketing, navighi sul sito web o utilizzi determinate altre funzionalità del sito nei seguenti modi:

• Personalizzare la tua esperienza e consentirci di offrire il tipo di contenuti e offerte di prodotti in cui sei maggiormente interessato.
• Migliorare il nostro sito Web al fine di offrirti un servizio migliore.
• Per consentirci di offrirti un servizio migliore nel rispondere alle richieste del servizio clienti.
• Per amministrare una promozione, un sondaggio o altre funzionalità del sito.
• Per inviare e-mail periodiche riguardanti il ​​tuo ordine o altri prodotti e servizi.

Come proteggiamo i tuoi dati?

Il nostro sito Web viene digitalizzato regolarmente per individuare falle di sicurezza e vulnerabilità note al fine di rendere la vostra visita al nostro sito il più sicura possibile

A questo link i dettagli sulla gestione dei dati da parte del sito www.spazioginkgo.it

Privacy Policy